L’azienda agricola appartiene alla famiglia dei Conti de Puppi da molte generazioni.
Di origine toscana, i de Puppi discendono dalla celebre famiglia dei conti Guidi, signori di Poppi, nel Casentino.
Già Dante Alighieri, in un passaggio della Divina Commedia, cita i Guidi, illustrando il potere e il prestigio di questa antica casata.
Le guerre tra Guelfi e Ghibellini generano conflitti e divisioni all’interno della stessa famiglia e come conseguenza un ramo di essa lascia Firenze per stabilirsi in Friuli nel 1200, per cominciare una nuova storia: quella dei de Puppi.

Insediatisi a Cividale del Friuli, fecero parte dalla metà del Trecento fino alla caduta del regime aristocratico, del consiglio nobile di Cividale.
Proprietari terrieri da sempre, la famiglia diede alla Patria del Friuli personaggi di alto rilievo che si distinsero nella politica, nella giustizia e nelle gerarchie ecclesiastiche.

Un ulteriore riconoscimento per gli importanti incarichi svolti venne dato da Leopoldo I d’Austria nel 1703, conferendo alla famiglia il titolo di conti del Sacro Romano Impero.

La nostra famiglia ha sempre gestito direttamente la produzione vinicola con scelte innovative – grazie anche al contributo delle nuove generazioni – pur mantenendo inalterato il rispetto per le tradizioni e il territorio. Le antiche radici giocano infatti un ruolo fondamentale nella filosofia di coltivazione e produzione, ma non hanno mai inibito lo spirito innovativo che ci contraddistingue.

Ogni grappolo, ogni terreno, ogni progetto che mettiamo in atto è un nuovo inizio, una nuova ricerca di margini qualitativi sempre più elevati. Passione e dedizione ci hanno indotto, da sempre, a svolgere il mestiere di produttori di vino con l’obiettivo di esprimere al meglio la potenzialità della nostra terra: il Friuli.